Stampa

PEI, Piano Educativo Individualizzato

Scritto da simona ilot on . Postato in BESeDSA

Scarica il modello di PEI utilizzato dall'istituto, a.s. 2016/17.

Il P.E.I. è redatto (ai sensi del comma 5 del predetto art. 12, della C.M. n. 258 del 22/09/1983 e dell’art.5 del D.P.R. del 24/02/1994), congiuntamente dagli operatori sanitari individuati dalle ASL competenti territorialmente e dal personale docente curriculare e di sostegno, in collaborazione con i genitori o gli esercenti la potestà parentale, e con gli operatori sociali del comune.

All’atto di redazione del documento è necessario tener presenti i progetti didattico - educativi, riabilitativi e di socializzazione individualizzati, nonché le forme di integrazione tra attività scolastiche ed extrascolastiche, di cui alla lettera a), comma 1, dell'art. 13 della legge n. 104 del 1992. Nella definizione del P.E.I., i soggetti coinvolti propongono, ciascuno in base alla propria esperienza pedagogico - didattica, medico-scientifica, di contatto e sulla base dei dati derivanti dalla diagnosi funzionale e dal profilo dinamico funzionale, gli interventi finalizzati alla piena realizzazione del diritto all'educazione, all'istruzione ed integrazione scolastica dell'alunno diversamente abile. Pertanto il PEI diviene un progetto operativo interistituzionale tra gli operatori della scuola, gli operatori dei servizi sanitari e sociali in stretta collaborazione con i familiari. E diviene altresì un progetto educativo e didattico personalizzato relativo alla dimensione dell'apprendimento correlata agli aspetti riabilitativi e sociali. Nei confronti degli alunni con minorazioni fisiche o sensoriali, non si procede, di norma, a valutazioni differenziate, mentre in situazioni di deficit psichico, la valutazione, adeguatamente differenziata quando necessario, tiene conto degli obiettivi prefissati nel P.E.I.